giovedì 1 dicembre 2011

Nuvole

Ci sono periodi di assoluta improduttività. Mi metto lì e sposto un pennello da un tavolo all'altro, guardo le mie carte d'acquerello che aspettano di essere montate su telaio. Faccio qualche scarabocchio, che poi vede subito il cestino.  Di solito occupo questo tempo a far cornici. Ma ormai la mia casa "non ha più pareti" ma nemmeno "alberi" cui appendere qualcosa. Se poi mi riguardo qualche libro d'arte, in particolare di acquerelli, mi prende lo sconforto e vorrei buttar via tutto.
                       
                                               _____________ ° _______________

Ho notato che esiste anche una fotogenia per i quadri. Alcune opere che mi sembrano discrete, una volta postate, sono uno schifo, e viceversa. Dipenderà anche dalla macchina fotografica. Con mia sorpresa ho notato che i colori ripresi con la Nikon D3000 sono assolutamente falsi, e invece con una più modesta Casio sono più corrispondenti all'originale.Boh!

                                           ____________ ° _____________

E allora questo è l'unico scarabocchio che oso postare, sulle orme di Constable...




15 commenti:

  1. Ciao Mario conosco bene queste emozioni... tutti gli artisti le vivono profondamente. Semplicemente qualcuno riesce meglio di altri ad affrontarle, a sapere che fan parte del gioco e a non dare loro troppo ascolto... Qualche anno fa mi è piaciuto leggere "La via dell'artista" di Julia Cameron; mi ha fatto aprire gli occhi su come funziona la mia psiche di artista... Mi viene in mente quello che ha risposto un maratoneta ad uno che gli chiedeva: "Ma a lei non viena mai voglia di starsene a letto, di non andare a correre, di poltrire un po'...". Il maratoneta guardandolo un po' stupito disse: "Certo! Tutte le mattine ma non do ascolto e mi alleno...".
    Quando ho i periodi improduttivi io mi metto a fare soprattutto senza giudicare quello che faccio, senza dirmi bello o brutto... da questi periodi nasce spesso qualcosa di buono. Buon lavoro!!!
    Ciao
    Graziano

    RispondiElimina
  2. ..ti capisco..succede a tutti, ma mai lasciarsi prendere dallo sconforto. Il momento buono ritorna.
    Questo è hai postato lo trovo molto molto valido...
    Se ti va passa sul blog sto postando un'acquerellista di Vimercate...magari ti può suggerire qualcosa e lasciare invece a Lei un tuo parere da esperto. ciaoo Mario

    RispondiElimina
  3. Caro Mario, gli amici ti comprendono benissimo, io passo giorni a dirmi di ricominciare superando il timore dello stantio, delle repliche, dello sguardo corto, del limite straconoscito. E lo dico con sincerità, basta guardarsi intorno e osservare tanta bellezza... Ma ognuno di noi possiede il proprio talento, è indubbio, ne siamo consapevoli anche quando 'rimaniamo a letto a poltrire'. Forse che la strada fatta svanisce solo perchè ci sta alle spalle?. Ma giustamente il desiderio di esserci anche 'domani' è forte e altrettanto quello di 'crescere'. E qui ritorna in ballo la pazienza e insieme l'umiltà di ricominciare a muovere passi 'donatici' dalla Vita anche per arrivare ai Colori. Ciao e stammi bene, le nuvole servono a dare un po' di tregua, forse!

    RispondiElimina
  4. e le nuvole vanno... un acquerello che ti fa "perdere" in un tempo senza spazi e confini...
    un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao Mario, capisco bene il tuo stato d'animo, ma non posso fare a meno di notare che il tuo "scarabocchio" è tutt'altro che disprezzabile! I tuoi lavori sono fra i più belli e poetici che si vedono in giro, oltre a vantare sempre un altissimo livello tecnico, perciò penso che questi momenti di arresto siano delle sane pause di cui la tua creatività ha bisogno per poter poi ripartire con nuovo slancio, e chissà... magari con qualche interessante cambio di direzione...

    RispondiElimina
  6. Una caro saluto a tutti e grazie per le vostre parole.
    Thank you all

    RispondiElimina
  7. Mario, come ti capisco!! Ma sai bene anche tu che non c'è da preoccuparsi, siamo esseri umani e come tali, soggetti alle volubilità dei nostri pensieri e delle nostre emozioni.
    Le tue nuvole hanno dei colori unici e troveranno sempre degli estimatori anche se a te non dovessero più piacere (te lo dico per esperienza). Ciao!!

    RispondiElimina
  8. Ciao Tito! ti ringrazio molto

    RispondiElimina
  9. Coraggio Mario non sono male queste tue nuvole !Domani postero'il mio ultimo quadro che sono nuvole . Su questo soggetto intendo tornarci perche' le nuvole mi appassionano. Buona serata Pio

    RispondiElimina
  10. Succede anche a me...pure con le foto. Infatti le foto ai quadri le faccio ancora con la fotocamera più vecchia che ho! Bello il tuo simil-Constable...ciao, Arianna!

    RispondiElimina
  11. Complenti,lei è veramente talentuoso, ce ne sarebbe molto da imparare!
    stefano...

    RispondiElimina
  12. Ciao Pio, ti ringrazio per l'incoraggiamento. Purtroppo per me è un periodo brutto anche per la salute un pò precaria

    RispondiElimina
  13. @Grazie Arianna, ciao!

    @Grazie Stefano, mah veramente ho da imparare anch'io e molto!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails